Home » Immobiliare » Calcolo della rata di un mutuo

Calcolo della rata di un mutuo

Inviato da dbCasa blog 6 dicembre 2012 Commenti disabilitati su Calcolo della rata di un mutuo

There was an error connecting to the Amazon web service, or no results were found for your query.

Calcolo della rata di un mutuo
70% 3.5 4

Se sei in procinto di stipulare un mutuo, potrebbe esserti utile saper calcolare con precisione quanto dovrai andare a pagare alla fine del periodo.

I calcoli vengono detti piani di ammortamento del capitale e la formula matematica più utilizzata è quella detta “alla francese” con il vantaggio di prevedere una rata costante (a parità di tasso) durante tutto il rientro del capitale richiesto.

In questo modo il concetto risulta di comprensione più immediata per l’utilizzatore. E ai fini pratici sarà molto più facile per lui organizzarsi ai fini dell’esborso periodico di una somma costante.

Considerato il dominio incontrastato dell’ammortamento francese, esaminiamo qui le formule di calcolo riferite a questo metodo.

Calcolo della rata

Partiamo dal calcolo della rata. Essa si ottiene così:


C x (1 + TA / PA)(PA x A)
TA / PA
x ————————
(1 + TA / PA)(PA x A) -1

dove:

  • C = Capitale (importo del mutuo)
  • TA = Tasso annuo del mutuo espresso in decimali (0,05 per scrivere 5%)
  • PA = Periodi annui, cioè il numero di rate che si pagano nell’anno (12 rate per un anno)
  • A = Numero di anni previsti complessivamente per il rimborso

A chi ama semplificarsi la vita e dispone di Microsoft Excel converrà utilizzare la funzione integrata del programma. Si tratta di “RATA” i cui argomenti sono, nell’ordine:

  • Tasso di periodo (ovvero tasso annuo / periodi annui)
  • Periodi totali (dati da periodi annui x anni)
  • Capitale (in segno negativo)

La compilazione del foglio di calcolo con utilizzo dei riferimenti di cella apparirebbe come di seguito:

A
B
C
D
1
Capitale
100.000
2
Tasso annuo
5%
3
Periodi annui
12
4
Anni
10
5
6
RATA
= RATA(B2/B3;B3*B4;B1*(-1))

Calcolo del capitale

Dalla formula soprastante è possibile ricavare quella per calcolare il capitale partendo dalla rata:


Rata / ((1 + TA / PA)(PA x A)
TA / PA
x ———————— )
(1 + TA / PA)(PA x A) -1

Vita più facile con la funzione “VA” di Excel, a cui bisognerà passare i seguenti argomenti:

  • Tasso di periodo
  • Periodi totali
  • Rata (in segno negativo)

Anche qui un esempio non guasta:

A
B
C
D
1
Rata
1.061
2
Tasso annuo
5%
3
Periodi annui
12
4
Anni
10
5
6
CAPITALE
=VA(B2/B3;B3*B4;B1*(-1))

Calcolo del tasso

Utilizzando la formula di calcolo della rata si effettueranno delle prove per approssimazioni successive fino ad individuare il tasso corretto. La procedura può essere scritta in codice ed assegnata ad un computer. In tal caso bisognerà fare ricorso a cicli di calcolo (loop) previsti in tutti i linguaggi.

Ancora una volta si potrà sfruttare la potenzialità di Excel che integra la funzione “TASSO”, funzionante con i seguenti argomenti:

  • Periodi totali (dati da periodi annui x anni)
  • Rata
  • Capitale (in segno negativo)

Il tasso risultante sarà il tasso nominale di periodo. Per ottenere il tasso annuo bisognerà perciò moltiplicarlo per i periodi annui. Ecco perciò come si presenta il calcolo:

A
B
C
D
1
Rata
1.061
2
Capitale
100000
3
Periodi annui
12
4
Anni
10
5
6
TASSO
= TASSO (B3*B4;B1;B2*(-1)) * B3

NOTA: Microsoft Excel contiene numerose funzioni finanziarie. Per esaminarle basta selezionare il menù Inserisci e quindi Funzione. Dalla finestra che compare si potrà scegliere la categoria “Finanziarie”.

Tra le più importanti segnaliamo la comoda funzione “NUM.RATE” che calcola il numero di rate necessarie ad ammortare un debito a rata costante e durata variabile (le specifiche per il suo utilizzo sono contenute nell’approfondimento sull’ammortamento a durata variabile).

Download:

Mutuo fisso ammortamento in Excel

Nel caso avessi stipulato un mutuo a tasso variabile ti consigliamo l’articolo piano di ammortamento mutuo