Home » Immobiliare » Piano di ammortamento mutuo con dati Excel

Piano di ammortamento mutuo con dati Excel

Inviato da dbCasa blog 6 dicembre 2012 Commenti disabilitati su Piano di ammortamento mutuo con dati Excel

Piano di ammortamento mutuo con dati Excel
85% 4.25 4

Proviamo a realizzare un piano d’ammortamento, supponendo di aver sottoscritto un contratto di mutuo per 10.000 euro in 10 anni, con rata semestrale, ad interesse variabile legato all’Euribor con uno split del 2% annuo (che equivale all’1% semestrale)

Lanciamo Excel e, dall’”Office Button”, creiamo un nuovo file da “Modelli installati”; selezioniamo il modello “Ammortamento prestito” e clicchiamo su “Crea”.

Verrà generato un foglio contenente il piano di ammortamento di un prestito a tasso fisso, e bisogna considerare che alcune celle sono bloccate per impedire che vengano alterate. L’utente ha a disposizione solo la possibilità di inserire i dati nei campi vuoti, mentre il foglio genererà in automatico le rate.

All’inizio il nostro piano di ammortamento è vuoto e possiamo inserire alcuni campi come l’importo del prestito, la durata la frequenza della rata, ed il tasso di interesse.

Ma se il mutuo è legato ad un tasso variabile?..

Ti spieghiamo come fare in pochi semplici passi:

Realizzare piani di ammortamento prestiti è un’operazione semplice e veloce: Microsoft Excel dispone di un modello deputato a tale scopo e molto conosciuto ed utilizzato anche dalle aziende.

Tuttavia, quando si tratta di mutui legati all’Euribor, ovvero quei prestiti il cui tasso variabile è dato dalla somma dell’Euribor nel periodo di riferimento con l’aggiunta di uno split determinato in fase di contrattazione del prestito, la cosa si complica leggermente, perché il calcolo della rata deve essere aggiornato ai dati del periodo e quindi si presuppone che essa venga ricalcolata.

In questo tutorial, vediamo come applicare degli automatismi al modello di Microsoft Excel relativo al piano di ammortamento prestiti. Nella sostanza si tratterà di personalizzare il modello, in modo tale da ottenere l’aggiornamento del tasso – e di conseguenza della rata – tramite una connessione ad Internet ed un pulsante di refresh del piano di ammortamento.
Piano di ammortamento con aggiornamento automatico

Scarica l’esempio-piano-di-ammortamento

Realizzeremo il piano, supponendo di aver sottoscritto un contratto di mutuo per 10.000 euro in 10 anni, con rata semestrale, ad interesse variabile legato all’Euribor con uno split del 2% annuo (che equivale all’1% semestrale).

Posizioniamoci nella cella F4, andiamo nella scheda “Dati” e clicchiamo su “Da Web”; nella finestra che si aprirà digitiamo o copiamo l’indirizzo web dal quale attingere i dati relativi all’Euribor, ad esempio:

Link ai dati del Sole24 Ore

Dopo aver premuto “Vai”, viene fatta l’anteprima del sito; selezioniamo dalla freccetta gialla l’area che deve essere importata, nel nostro caso si tratta dell’Euribor ed in particolare di quello a 6 mesi, e clicchiamo su “Importa”.

Figura 2. Importare dati dal Web

Importare dati dal Web

Quindi nella successiva finestra, spuntiamo l’opzione “In un nuovo foglio di lavoro”, così da non intaccare la tabella del piano di ammortamento e clicchiamo su “Proprietà”. Nella finestra “Proprietà intervallo dati esterno” che si aprirà, spuntiamo l’opzione “Aggiorna dati all’apertura del file e diamo l’Ok due volte.

Figura 3. Impostare l’aggiornamento dei dati

Impostare l’aggiornamento dei dati

In un foglio a parte verrà importata la tabella, che abbiamo selezionato dal Web, della quale però ci interessano in verità solo le colonna A e C, ed in particolare la riga 12, cioè quella che riporta l’Euribor a 6 mesi in un anno di 365 giorni (anno solare). Inoltre le celle con i valori devono essere formattate come percentuale, altrimenti non è possibile utilizzare il contenuto in calcoli matematici, giacché di default risulterebbero in formato testuale.

Figura 4. Formattare i valori come percentuali

Formattare i valori come percentuali

Lanciamo Excel e, dall’”Office Button”, creiamo un nuovo file da “Modelli installati”; selezioniamo il modello “Ammortamento prestito” e clicchiamo su “Crea”.

Verrà generato un foglio contenente il piano di ammortamento di un prestito a tasso fisso, e bisogna considerare che alcune celle sono bloccate per impedire che vengano alterate. L’utente ha a disposizione solo la possibilità di inserire i dati nei campi vuoti, mentre il foglio genererà in automatico le rate.

All’inizio il nostro piano di ammortamento è vuoto e possiamo inserire alcuni campi come l’importo del prestito, la durata la frequenza della rata, ed il tasso di interesse.

Figura 1. Inserimento campi principali

Inserimento campi principali

Per il calcolo del tasso, che è fondamentale per realizzare l’ammortamento, possiamo prelevare il parametro dell’Euribor direttamente dal Web, così da non dover effettuare ogni volta l’aggiornamento.

Procediamo ora ad aggiungere lo split all’Euribor: nello stesso “Foglio1″ aggiungiamo nella colonna D il calcolo dell’Euribor sommato allo split dell’1% semestrale, come appare in figura:

Figura 5. Calcolare lo split

Calcolare lo split

Rinominiamo questo foglio come “Euribor+split” e torniamo al foglio “Piano ammortamento prestito“. Qui ci posizioneremo nella cella D6 per inserire il tasso di interesse. Ovviamente non lo faremo a mano ogni volta, ma inseriremo una formula di equivalenza, nella quale diremo di copiare il valore della cella D12 del foglio “Euribor+split“.

Nella riga della formula, o direttamente nella cella D6 citata, inseriamo la seguente formula e diamo l’invio:

A questo punto il valore della cella D12 del foglio “Euribor+split” verrà ripetuto automaticamente nella cella D6 del foglio “Piano ammortamento prestito”, dopo ogni aggiornamento dell’Euribor e verrà generato il piano di ammortamento.

Figura 6. Il piano di ammortamento generato

Il piano di ammortamento generato

L’aggiornamento dei dati avviene -secondo quanto da noi disposto in precedenza- ogni volta che il file viene riaperto, sempre che sia disponibile la connessione ad Internet. Ma possiamo anche aggiornare il file manualmente da Dati>Aggiorna tutti.

Per concludere in maniera ordinata il lavoro, provvediamo a nascondere il foglio “Euribor+split“, così non potrà essere erroneamente alterato, essendo fondamentale per il calcolo dell’interesse. Clicchiamo con il tasto destro del mouse sulla linguetta “Euribor+split” e selezioniamo “Nascondi”.

Nel caso stessi cercando la formula per i mutui a tasso fisso ti rimandiamo a questo articolo